Roberto Collina. Lacrime su volti invisibili

Roberto Collina. Lacrime su volti invisibili

Ripubblichiamo un articolo di riflessione sulla morte di Collina pubblicato ad un mese dalla sua morte. Gli anni passati non hanno cancellato il senso di amarezza e la verità che lo sottendono. Per Roberto si sono bagnate di lacrime solo l’altra faccia di S. Matteo e l’altra faccia di Salerno,... Continua »
S. Matteo ed il sangue di Roberto Collina

S. Matteo ed il sangue di Roberto Collina

Ripubblichiamo l’articolo scritto il giorno dopo la morte di Roberto Collina. Oramai sette anni fa. Il sangue di un essere umano versato in una pubblica piazza di Salerno il giorno di San Matteo è stato coperto dal silenzio e dal cinismo. Ecco il testo.  Ci risiamo? Speriamo di non essere... Continua »
Fabrizio Ceruso

Fabrizio Ceruso

Fabrizio Ceruso, 1955-1974, ucciso dalla polizia l’8 settembre del 1974 durante la Battaglia di S. Basilio a Roma mentre difendeva le case occupate dall’attacco della gentrificazione insieme a migliaia di proletari e rivoluzionari. E già allora la polizia pensava... Continua »
Stati di terrore. Musulmani a Salerno

Stati di terrore. Musulmani a Salerno

Mussulmani a Salerno. Interviene il Sindaco: “Invece di pregare massacrate qualche proletario. Anche io ho diritto di esibirmi in televisioni sui canali nazionali e planetari.” Il terrorismo è di Stato. E’ prodotto dai potenti del mondo. Islamici, democratici o a pallini. Il terrore all’esterno dei loro dominii serve per colonizzare... Continua »
1977. Andrea Pazienza: oltraggio berlinguerista a Pentothal

1977. Andrea Pazienza: oltraggio berlinguerista a Pentothal

Una lettera del ’77 di Andrea Pazienza a Fulvia Serra, capa redattore di Linus e Alter, albi che avevano ospitato le sue Straordinarie avventure di Pentothal. Si tratta di una sfuriata dell’artista 21enne contro i berlingueristi o altrimenti detti pcisti (i padri degli attuali PD). Andrea è talmente incazzato con... Continua »
Storie salernitane. Marini il poeta dei folli e giusti

Storie salernitane. Marini il poeta dei folli e giusti

di Rosario Brancaccio Immanent Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita. Alda Merini E tuttavia quello che resta, sono i poeti che lo creano. Friedrich Holderlig Giovanni Marini nasce a Sacco, piccolo comune del Cilento in provincia di Salerno, il primo febbraio del 1942, muore... Continua »
La fondazione dell’Internazionale situazionista

La fondazione dell’Internazionale situazionista

Titolo originale: La calata dei situazionisti a Cosio. Pubblicato il 27 luglio 2014 · in AlfaDomenica (Alfabeta2).  di Sandro Ricaldone Ai confini tra Liguria e Piemonte, in un territorio a lungo conteso fra Genova e i Savoia, Cosio d’Arroscia sembrerebbe il teatro meno indicato per un evento dai riflessi planetari come la fondazione dell’Internazionale Situazionista,... Continua »
Un piano vitale per tentare di farla finita col capitale

Un piano vitale per tentare di farla finita col capitale

Vignetta deturnata Dentro e intorno al libro di Marcello Tarì, Non esiste la rivoluzione infelice. Il comunismo della destituzione. DeriveApprodi, 2017, 240 pagine, 13 euro. di Rosario Brancaccio Immanent. Il testo in questione non ha una lettura facile. Non perché presenti particolari difficoltà dovute ad una complessa densità filosofica come... Continua »
“Ai nostri amici” del comitato invisibile.

“Ai nostri amici” del comitato invisibile.

Recensione del Duka. Ottobre 2015   Qui il libro del comitato invisibile. “Ai nostri amici”. Un libro all’inseguimento dell’insurrezione continua. Fare inchiesta abitando le strade dove l’epoca si incendia. Per un borgataro come il sottoscritto, che consuma letteratura di genere e film western girati in estremo oriente (Non c’entra un... Continua »
Futuro e credito di Giorgio Agamben

Futuro e credito di Giorgio Agamben

Titolo redazionale. Da “Repubblica” del 12.06.2012. Per capire che cosa significa la parola “futuro”, bisogna prima capire che cosa significa un’altra parola, che non siamo più abituati a usare se non nella sfera religiosa: la parola “fede”. Senza fede o fiducia, non è possibile futuro, c’ è futuro solo se possiamo sperare... Continua »