Salerno. No tav vince. Forza Luca

notavsalerno

Foto csa Jan Assen. Ingresso stazione di Salerno.

All’appuntamento NO TAV salernitano sono accorsi circa duecento attivisti. Il concentramento a Piazza Portanova si è trasformato in un corteo che ha attraversato il corso per raggiungere Piazza Ferrovia.  Qui si è invasa la Stazione e si è tenuto in un sit-in al suo interno. Sono stati piazzati striscioni e simboli No Tav ed “occupate” le scale di ingresso per i binari. Una decina di interventi hanno accompagnato i viaggiatori che a queste ore affollano la stazione. Molti si sono fermati ad ascoltare volentieri accettando i volantini offerti dagli attivisti. Si sono formati dei capannelli di interesse domande e discussione intorno aii No Tav salernitani.

Quando qualcuno nominava Luca e la sua storia, la commozione e la rabbia dei manifestanti diventava tangibile.

Fuori dalla stazione i tassisti che hanno il loro capolinea qui, hanno manifestato simpatia per l’iniziativa. Raccontano di essere reduci da una recente vittoria contro il governo Monti che ha rinunciato alla “liberalizzazione” o, meglio, alla “finanziarizzazione” a favore di multinazionali della mobilità, delle loro licenze che rimangono, per ora, alla gestione comunale.

NO TAV vince e vive nel corpo e nell’anima delle moltitudini. Mentre caste, partiti e rappresentanza marciscono.

Anche a Salerno.

1.3.2012

Successivo Ciao Orlando. In morte di un giovane proletario di Pastena