Killah P non ha fatto poesia invano

Killah P non ha fatto poesia invano

di Rosario Brancaccio Immanent Quando è nato gli hanno imposto il nome di Pavlos Fyssas                                Conquistato da poesia, libertà e lotta si era nominato Killah P                      ... Continua »
Roberto Collina. Lacrime su volti invisibili

Roberto Collina. Lacrime su volti invisibili

Ripubblichiamo un articolo di riflessione sulla morte di Collina pubblicato ad un mese dalla sua morte. Gli anni passati non hanno cancellato il senso di amarezza e la verità che lo sottendono. Per Roberto si sono bagnate di lacrime solo l’altra faccia di S. Matteo e l’altra faccia di Salerno,... Continua »
S. Matteo ed il sangue di Roberto Collina

S. Matteo ed il sangue di Roberto Collina

Ripubblichiamo l’articolo scritto il giorno dopo la morte di Roberto Collina. Oramai sette anni fa. Il sangue di un essere umano versato in una pubblica piazza di Salerno il giorno di San Matteo è stato coperto dal silenzio e dal cinismo. Ecco il testo.  Ci risiamo? Speriamo di non essere... Continua »
Inno a epiche gesta futuriste del terzo millennio

Inno a epiche gesta futuriste del terzo millennio

di Rosario Immanent Brancaccio Il facile sarcasmo dell’immagine di sopra è insufficiente per svelare l’idiozia di Casapound. In un video si vede che quello con la testa insanguinata le ha buscate da un suo amico fascista che lo ha colpito con una cinghia. Si puniscono da soli: idiozia pura. Ecco il... Continua »
1977. Andrea Pazienza: oltraggio berlinguerista a Pentothal

1977. Andrea Pazienza: oltraggio berlinguerista a Pentothal

Una lettera del ’77 di Andrea Pazienza a Fulvia Serra, capa redattore di Linus e Alter, albi che avevano ospitato le sue Straordinarie avventure di Pentothal. Si tratta di una sfuriata dell’artista 21enne contro i berlingueristi o altrimenti detti pcisti (i padri degli attuali PD). Andrea è talmente incazzato con... Continua »
Illusioni ottiche, colore e classe

Illusioni ottiche, colore e classe

di Rosario Immanent Brancaccio Nella prima foto ci sono due signori dalla pelle nere. E’ cosa evidente ed incontrovertibile. Se guardiamo meglio si vede che sono seduti su una panchina in una bella e famosa città di turismo elitario. Qualcuno più esperto di me in queste cose, con l’occhio allenato... Continua »
Roma. La mattanza di via Indipendenza

Roma. La mattanza di via Indipendenza

Di Rosario Immanent Brancaccio Dopo aver finito con lei arriveranno anche a te ed il tuo urlo si disperderà nel deserto. Ma il volto del pianto e della disperazione degli oppressi e dei vinti è lo stesso di quello dell’odio e della vendetta. Poichè ha lo stesso archè di verità,... Continua »
Storie salernitane. Marini il poeta dei folli e giusti

Storie salernitane. Marini il poeta dei folli e giusti

di Rosario Brancaccio Immanent Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita. Alda Merini E tuttavia quello che resta, sono i poeti che lo creano. Friedrich Holderlig Giovanni Marini nasce a Sacco, piccolo comune del Cilento in provincia di Salerno, il primo febbraio del 1942, muore... Continua »